Contesto legislativo

  • Posted on: 23 May 2016
  • By: admin

La legge 13 luglio 2015, n.107, recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti” (la cosiddetta BUONA SCUOLA), ha inserito organicamente nell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado (Licei ed Istituti Tecnici) come parte integrante OBBLIGATORIA dei percorsi di istruzione percorsi di ALTERNANZA tra SCUOLA e MONDO DEL LAVORO.

Rispetto al corso di studi prescelto, la legge 107/2015 stabilisce un monte ore obbligatorio per attivare le esperienze di alternanza che dal corrente anno scolastico 2015/16 coinvolgeranno, a partire dalle classi terze, tutti gli studenti del secondo ciclo di istruzione, secondo un piano triennale.

In particolare, I percorsi obbligatori di alternanza prevedono nel triennio:

  • 400 ore per gli istituti tecnici e professionali
  • 200 ore per i licei

Le istituzioni formalmente citate nella normativa:

  • Imprese e rispettive associazioni di rappresentanza;
  • Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
  • Enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore;
  • Ordini professionali;
  • Musei e altri istituti pubblici e privati operanti nei settori del patrimonio e delle attività culturali, artistiche e musicali;
  • Enti che svolgono attività afferenti al patrimonio ambientale;
  • Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

Gli Istituti scolastici si rivolgono anche alle Università in riferimento alle finalità orientative citate dalla legge e per le attività in LABORATORI.